L’armadio: come lo organizzo?

A cosa vi serve una come la Pepper? Non so se sarò in grado di dare una svolta alla vostra vita, ma sicuramente potrò aiutarvi a raccontare voi stessi attraverso quello che avete nel vostro armadio (o aiutarvi a scegliere qualcosa di nuovo). Ma, prima di entrare in scena, è necessario che vi fermiate per chiedervi chi siete e come potreste vivere meglio la vita che vi piace (il vostro lifestyle).

Se siete riusciti a farlo, potete cominciare a dare uno sguardo – nuovo – al vostro armadio.
Ecco alcuni step per riorganizzarlo senza entrare nel panico. Potete trascrivervi questi punti su un foglio e attaccarlo all’interno dell’armadio: potrà aiutarvi a motivarvi.
Ricordatevi che potrete sempre chiedermi un aiuto: qui potrete vedere il pacchetto che ho ideato apposta per chi ha voglia di ripartire proprio dal closet!
Volete i punti? Eccoli!

1) LA RICERCA.
Ora, io dico… se qualcuno lassù ci ha fatto dono di materia grigia pensante, usiamolo, per la miseria! E pensiamo:
– che tipo di lavoro facciamo?
– cosa facciamo nel tempo libero?
– azzardo: volete cambiare lavoro? Fate un esperimento: pensate al lavoro dei vostri sogni e preparatevi   fin d’ora ad entrare nel nuovi panni. Iniziate a costruire lo stile, riportandolo nel vostro armadio, che pensate di dover avere per il nuovo lavoro. Sarà un piccolo stimolo per spronare a provarci.

2) DEFINISCI IL TUO STILE.
Blog e riviste possono darvi alcune idee. Le consulenti d’immagine possono crearne uno ad hoc per voi… insomma capite con cosa vi sentite più espressi, senza inseguire le mode del momento. Abbiate una vostra personalità e difendetela. La vostra unicità è sempre la vostra arma più grande. E ricordatevi sempre che essere sé stessi è gratis. Imparare a farlo con stile non sempre, ma a questo servono i professionisti 🙂

3) DECLUTTER.
O, in italiano, “facciamo le pulizie generali”. Radunate tutto quello che avete nell’armadio e posizionatelo   al suo esterno. Se non avete una consulente d’immagine al vostro fianco, spero optiate per la vostra migliore amica o per quella che vorreste testare come tale. Sono prove di nervi importanti, queste.
Una volta terminata la fase 1) e 2), potrete scegliere cosa riporre nuovamente nell’armadio e cosa no. Siate impietosi e categorici.
Sarà dura, ma concentratevi su:
– cosa siete
– cosa fate
– cosa amate e vi fa stare bene.
Tutto il resto, come si dice, è noia.

4) RIORGANIZZARE.
Sicuramente ognuno avrà il suo metodo. Ma, visto che chi sta scrivendo sono io, vi racconterò il mio.
Dividete gli indumenti per colore e tipologia (per esempio prima tutte le gonne, divise per colori, poi i pantaloni, anche loro divisi per colore). Per gli indumenti particolari (abiti da cerimonia, ecc.) io preferisco tenerli separati e mixarli all’abbisogna.
Il risultato?
Creerete nuovi outfit, anche con cose che non ricordavate di avere.
Spenderete meno negli acquisti , che finalmente saranno mirati.
Ogni volta che aprirete l’armadio sarete felici.

E vi pare poco?
Pepper